Chiesa dei Santi Ippolito e Cassiano - San Casciano - Cascina- PI
La prima testimonianza documentaria della chiesa di San Casciano, dedicata in origine ai santi Cassiano e Giovanni Battista, risale al 12 aprile 970. Tuttavia, la sua fondazione come curtis vescovile fu precedente e l'istituzione della pieve riconducibile all'VIII secolo. La chiesa dei Santi Ippolito e Cassiano sorge nel comune di Cascina in localit San Casciano (a Settimo), situata sulla riva sinistra del fiume, lungo la Strada comunale di Filicaia. L'edificio fronteggiato da un ampio spazio aperto, in parte tenuto a verde e in parte inghiaiato, ed circondato da una porzione pavimentata con palladiana grezza, che si sviluppa lungo tutto il perimetro del fabbricato. La facciata principale, realizzata come gli altri prospetti in blocchi ben squadrati di breccia di Caprona di grandi dimensioni, si presenta suddivisa in due ordini sovrapposti da una sottile cornice modanata: quello inferiore caratterizzato da cinque arcate cieche spartite da lesene, ognuna includente nella propria luce un oculo traforato e una tarsia marmorea. Sotto gli archi esterni e sotto quello centrale si aprono i tre portali d'ingresso, architravati e archivoltati. L'ordine superiore, certamente incompleto rispetto al progetto originario, appare di dimensioni ridotte, caratterizzato da un profilo a doppio spiovente: al centro inserita una bifora con colonnina in marmo bianco, mentre ai lati due porzioni di timpano intonacate chiudono le navatelle. La scansione in arcate cieche, questa volta impostate su un alto zoccolo, prosegue anche sulla parete absidale e lungo fianchi della chiesa, quest'ultimi dotati di un portale laterale per parte e cinque monofore archiacute fortemente strombate. Nella parte tergale dell'edificio, sul lato sinistro, sorge il moderno campanile, staccato dalla chiesa. Nel 1986, la torre fu riedificata dalle fondamenta ad opera del Provveditorato alle Opere Pubbliche per la Toscana, sul luogo di quella abbattuta dai tedeschi in ritirata il 17 luglio 1944. L'attuale struttura, un parallelepipedo a base quadrata, realizzata in cemento armato intonacato e tinteggiato, con quattro pilastri angolari leggermente in rilievo. La cella campanaria presenta quattro aperture rettangolari ed conclusa da una copertura piana. Internamente, lo schema della chiesa a pianta basilicale, scandita in tre navate da otto arcate per parte, sorrette da sedici colonne e due pilastri. La navata centrale termina con un'abside semicircolare. In controfacciata, in corrispondenza della navata centrale, presente una cantoria in pietra. (testo preso da http://www.chieseitaliane.chiesacattolica.it)